• Matteo Barbieri

COME OTTENERE CREDITO DALLE BANCHE

Aggiornato il: apr 24

Le banche tendono a finanziare chi analizza e gestisce i propri rischi. Per cui se non lo fate, potete cancellare il numero di telefono del vostro "amico" direttore di filiale

Come si evince dal nostro titolo di oggi, per l’accesso al credito e alle nuove forme di investimento, le banche tendono a garantire tutte quelle piccole e medie imprese che si dotano di un sistema di gestione dei rischi teso a migliorare i parametri economico/finanziari.


“E’ ovvio”, direte voi, ma in quanti hanno un cash flow previsionale, un budget aggiornato, una concreta complementarietà con i dati in bilancio e ci fermiamo perché le banche, si sa’, sono insaziabili.


Occorre tuttavia un cambiamento culturale che porti all'affermazione di un approccio sistemico ai rischi, che unisca tutti gli attori coinvolti, specie i vertici aziendali, spesso restii a investire parte del loro budget (magari mal calibrato), in analisi e gestione del rischio.


Le PMI sono notevolmente più esposte

Le piccole e medio imprese sono più esposte, ma restie a implementare un sistema di risk management. È il paradosso che caratterizza le Pmi italiane. Eppure la gestione del rischio è oggi un fattore rilevante per ottenere l’accesso ai finanziamenti e ai capitali.


Le Pmi dovrebbero essere dei veri e propri promotori della cultura del rischio, perché, come ha sottolineato Mario Anolli ( Professore ordinario di Economia degli Intermediari Finanziari, Facoltà di Scienze Bancarie, Finanziarie e Assicurative Università Cattolica del S. Cuore, Milano) “hanno una capitalizzazione contenuta, si rivolgono a mercati più piccoli e risentono in modo amplificato delle oscillazioni del mercato”.


C’è quindi un paradosso: sono più esposte al rischio di impresa, ma hanno una struttura di gestione dei rischi meno sviluppata. Un simile approccio incide sulla capacità delle Pmi di attrarre capitali e finanziamenti. “Le banche - ha continuato il docente - sono obbligate a dare un rating all’impresa, tenendo conto di elementi quantitativi, a partire dalle prospettive dei flussi di cassa”.

(Fonte ANRA)


In questo contesto, la risposta delle Pmi nella relazione con le banche deve andare in due direzioni: Consapevolezza e trasparenza.


La prima perché i vertici devono essere in grado di analizzare gestire in piena coscienza, i rischi connessi alla loro attività affidandosi ad esperti e la seconda è una caratteristica che piace molto agli istituti di credito e meno agli evasori, ma questa è un'altra storia.


L'importanza della gestione del rischio

La gestione del rischio deve entrare nell'impresa dalla porta principale, agganciandosi ai processi di pianificazione strategica. In questo modo si possono generare non solo fiducia nei confronti di banche ed istituti di credito, ma consente di dar vita a grosse opportunità di business.


Immaginate voi stessi di dover investire in società o quote azionarie della stessa.

Siete più incentivati ad investire i vostri risparmi in una attività consapevole dei rischi che corre, oppure siete orientati a dare parte della vostra liquidità a gente che naviga senza bussola?


Certo a tutti noi affascina e suggestiona l’idea di vivere esperienze “d’alta tensione”, è trasgressivo e al tempo stesso eccitante, sfidante, ma eviterei senz'altro di farlo con i risparmi, a meno che non abbiate il conto in banca di Warren Buffett (che tra l’altro investe solo in aziende dotate di un sistema di gestione del rischio).



Incremento della redditività e del ROI

Dai dati dell’ultima edizione dell’Osservatorio Cineas-Mediobanca sulla diffusione del risk management nelle medie imprese italiane: “C’è una correlazione economica diretta e positiva tra performance economica e gestione integrata dei rischi: si registra un incremento della redditività del 38% nelle aziende che si sono dotate di un sistema di valutazione e gestione del rischio”.


“Aziende più attente alla gestione del rischio sono anche quelle che hanno performance migliori (+20% ROI rispetto alle aziende che non lo gestiscono) – ha commentato il Presidente di Cineas, Massimo Michaud .


Ricapitolando dunque: liquidità dalle banche, opportunità di business, incremento della redditività e miglioramento delle performance, cosa volete di più dalla vita?

Un Risk Manager? Bè, per quello ci siamo noi!

Prenota qui la tua consulenza gratuita


https://calendly.com/bsafeconsulting/consulenza-gratuita-risk-management


A presto.